CARRELLO
immagine carrello

BENVENUTO!
immagine carrello

Guida al trattamento dell'acqua per piscine fuori terra

Un frequente utilizzo della piscina, condizioni climatiche sfavorevoli e trattamenti scorretti, possono causare una contaminazione dell’acqua della vostra piscina e provocare infezioni agli utilizzatori, e danni al liner.

Per questa ragione, vi offriamo una guida per aiutarvi a mantenere in perfette condizioni e disinfettare l’acqua della vostra piscina Gre / San Marina.

Innanzi tutto, è importante conoscere il volume dell’acqua della piscina per effettuare un corretto trattamento chimico. Se non lo conoscete, potete calcolarlo utilizzando lo schema sotto.

Trattamento di avviamento della piscina

Per evitare problemi futuri, è molto importante seguire correttamente il trattamento di avviamento durante tutta la stagione:

  • Verificare che l’attrezzatura della piscina (pompa, filtro, skimmer) sia in buono stato e funzioni correttamente.

  • Svuotare la piscina, se necessario, per pulire le pareti. Si raccomanda di utilizzare l’anticalcare o l’antigrasso. E’ preferibile effettuare tale operazione nelle ore meno assolate, mantenendo umidi la parete e il fondo della piscina. Lasciare agire il prodotto per 30 minuti e sciacquare con acqua.

  • Riempire la piscina.

  • Effettuare una clorazione shock. Se la vostra piscine necessita di più di un giorno per essere riempita, si raccomanda di usare il cloro shock anche durante il riempimento.

  • Analizzare il livello di pH e utilizzare l’incrementatore o il riduttore di pH, al fine di regolarlo tra il 7.2 e il 7.6. 

  • Iniziare il trattamento di mantenimento.

Trattamento di mantenimento della piscina

Per mantenere l’acqua della piscina in condizioni ottimali, si rende necessario un trattamento preventivo efficace:

  • Analizzare il livello di pH e regolarlo tra 7.2 e 7.6, se necessario.

  • Analizzare il livello di cloro e regolarlo tra 0,4 e 1,4ppm.

  • Pulire l’acqua da foglie e insetti.

  • Utilizzare l’antialghe. Utilizzare l’anticalcare per evitare l’insorgenza di macchie calcaree. Utilizzare il floculante per l’unità di filtrazione.

  • Mantenere un livello di acqua corretto.

  • Nel caso di condizioni climatiche sfavorevoli, aumentare il livello di cloro e di antialghe.

  • Nel caso di aggiunta di acqua, analizzare il pH e il livello di cloro e regolarlo, se necessario.​

Regolazione del pH

Il livello di pH segnala se l’acqua è acida o basica. Il livello del pH risulta ottimale tra 7.2 e 7.6, ottimizzando l’azione del prodotto chimico. Inoltre permette di conservare l’attrezzatura della piscina in buone condizioni ed è ideale per la pelle e gli occhi dei bagnanti. Se il livello di pH è superiore a 7,6, il trattamento disinfettante perde efficacia e si possono formare incrostazioni nell’unità di filtrazione. 

Se il livello di pH è inferiore a 7,2, possono prodursi ossidazioni nelle parti metalliche e irritazione agli occhi dei bagnanti. Per mantenere corretto il livello del pH, è necessario analizzarlo giornalmente. Potete utilizzare il kit di analisi: se il livello è superiore a 7,6, utilizzate il riduttore di pH,; se il livello è inferiore, utilizzate l’incrementatore di pH.
 

Clorazione Shock

Questa operazione permette di eliminare rapidamente ed in modo efficace tutti i microrganismi, i funghi e i batteri. Potete utilizzare i granuli o le pastiglie effervescenti da 20 grammi. La clorazione shock deve essere effettuata:

  • All’inizio di stagione.

  • Dopo determinate condizioni climatiche (tormentte, ondate di caldo,…).

  • In caso di uso intensivo della piscina è consigliabile utilizzare, insieme alle pastiglie di 20 grammi, un trattamento anticalcareo.

Clorazione di mantenimento

Per conseguire una disinfezione preventiva e continua dell’acqua è necessario mantenere un tasso di cloro libero sufficiente (1mg/l). perciò conviene effettuare una clorazione permanente o “clorazione lenta”. Questa si realizza con le tavolette da 200 grammi e granulato.
 

Trattamento antialghe

Le alghe sono organismi unicellulari che possono svilupparsi velocemente nell’acqua, soprattutto quando la temperatura dell’acqua è calda. Le spore di alghe si introducono nell’acqua della piscina attraverso il vento e la pioggia e per prevenire la loro proliferazione, è necessario utilizzare l’antialghe concentrato. Quando l’acqua è verde, bisogna utilizzare l’antialghe extra.
 

Trattamento flocculante

Il trattamento flocculante permette di ottenere un’acqua cristallina. Ci sono due tipi di trattamenti: nel filtro e nella piscina. Il primo ottimizza la filtrazione eliminando le particelle più piccole. Questa si effettua grazie alle cartucce flocculanti (per i filtri a sabbia) o grazie alle pastiglie flocculanti (per tutti i tipi di filtri, eccetto filtri di diatomea) Il secondo permette di raggruppare tutte le impurità dell’acqua, causa dell’acqua marrone, e si realizza grazie al flocculante liquido.
 

Le soluzioni ai problemi più frequenti 

Tutte le piscine Gre

Tutte le piscine San Marina

Prodotti chimici per trattamento dell'acqua

 

Pagine correlate

  • Guida al trattamento dell'acqua per piscine fuori terra